lunedì 23 gennaio | 18:42
pubblicato il 10/ott/2013 19:32

Ambiente: anche pattugliatore Sirio contrasta inquinamento mare

(ASCA) - Roma, 10 ott - Si e' conclusa oggi, con la partecipazione del pattugliatore d'altura Sirio della Marina Militare, l'esercitazione 'Ramogepol 2013' iniziata lo scorso 8 ottobre, nelle acque dello stretto di Bonifacio con lo scopo di proteggere la biodiversita' e contrastare gli inquinamenti marini e costieri. All'esercitazione hanno preso parte navi mercantili e militari oltre a sei velivoli ed equipaggi messi a disposizione dai tre Paesi firmatari dell'accordo Ramoge (Italia, Francia e Principato di Monaco) e da quest'anno anche dalla Spagna. L'attivita' in mare si e' svolta nei giorni 9 e 10 ottobre in uno scenario di inquinamento da petrolio sversato in acqua a seguito di una collisione, in prossimita' della costa, tra due mercantili. Una situazione realistica che ha portato le forze in campo ad attivarsi per arginare l'inquinamento ed evitare un disastro ambientale ma anche ad attivarsi per la ricerca ed il soccorso dei marinai dei due mercantili. red-gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Gioco azzardo
Nomisma: 1,2 mln di studenti tenta la fortuna col gioco d'azzardo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4