lunedì 27 febbraio | 10:44
pubblicato il 29/nov/2016 18:47

Amanti killer a Saronno, 15 indagati fra medici e dirigenti

Accusati a vario titolo di omessa denuncia e falso ideologico

##Amanti killer a Saronno, 15 indagati fra medici e dirigenti

Milano, 29 nov. (askanews) - Nell'operazione dei carabinieri del nucleo operativo di Saronno che ha portato all'arresto per omicidio volontario di un medico anestesista e di un'infermiera dell'Ospedale della cittadina lombarda ci sono anche 15 indagati. Si tratta per la maggior parte medici e dirigenti della struttura sanitaria che, a vario titolo, non avrebbero agito con tempestività al momento della valutazione di casi sospetti e di un militare della Compagnia dei carabinieri di Saronno per cui è ipotizzato il reato di omissione di denuncia in relazione ai fatti collegati all'omicidio del marito dell'infermiera. Le altre quattro vittime accertate dagli inquirenti sono malati terminali uccisi dal dottore con dosi letali di farmaci.

Fra gli indagati ci sono il direttore sanitario e medico dell'Ospedale di Saronno e il direttore del reparto Operativo del Pronto Soccorso. Per entrambi il reato ipotizzato è omissione di denuncia e favoreggimento personale in merito all'attività della Commissione interna dell'Ospedale di Saronno, di cui facevano parte, che aveva valutato già nel 2013 i casi di decessi sospetti avvenuti durante i turni del medico arrestato oggi. Insieme a loro ci sono altri membri della Commissione interna e il direttore dell'Azienda ospedaliera di Busto Arsizio all'epoca dei fatti, che aveva istituito la stessa Commissione. Il reato di omissione di denuncia è stato ipotizzato per il responsabile Sitra aziendale, un medico del Pronto Soccorso e un medico di un reparto specialistico.

Ci sono anche tre indagati in merito all'omicidio del marito dell'infermiera arrestata, ucciso dalla coppia, legata da un rapporto sentimentale, con un mix di farmaci che nel tempo lo ha debilitato fino alla morte. Si tratta di due medici in servizio presso il reparto operativo di Pronto soccorso e un medico di un reparto specialistico per cui il reato ipotizzato è falso ideologico.

Le indagini hanno comunque escluso il concorso di personale dell'Ospedale di Saronno nella morte dei pazienti ed è stato accertato che non ci sono stati casi di omicidio successivi a maggio 2014.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech