domenica 04 dicembre | 03:49
pubblicato il 22/mar/2011 13:17

Allarme degrado a Napoli, Albergo dei poveri rischia di crollare

Preoccupano i nuovi cedimenti della facciata

Allarme degrado a Napoli, Albergo dei poveri rischia di crollare

Il Real Albergo dei poveri di Napoli è a rischio crollo. Lo scheletro di ferro provvisorio che ingabbia la facciata, non basta più a contenere l'imponente struttura, una delle più grandi costruzioni settecentesche d'Europa. La sezione napoletana di Italia Nostra ha chiesto alla Regione di intervenire sbloccando venti milioni di euro, parte dei fondi europei stanziati per il restauro del centro storico di Napoli. Gli ultimi lavori di restauro risalgono al 2004 e ora c'è una nuova urgenza, ma si tratta di una battaglia molto difficile. L'edificio infatti ha una superfice di circa 100 mila metri quadri, ha oltre 9 chilometri di corridoi e più di 440 stanze. Sul cantiere i pochi uomini di presidio, chiedono un intervento. Fortemente danneggiato dal terremoto dell'80, il Real Albergo dei poveri è diventato il simbolo del degrado e dell'abbandono a Napoli, tanto è stato utilizzato come set cinematografico per ambientare serie TV e film che parlano della malavita napoletana.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari