sabato 03 dicembre | 22:46
pubblicato il 05/mag/2012 11:27

Alimenti/ Sequestro da 150 ton. cibi pericolosi in tutta Italia

Da parte dei Nas, valore totale oltre 31 milioni di euto

Alimenti/ Sequestro da 150 ton. cibi pericolosi in tutta Italia

Roma, 5 mag. (askanews) - I carabinieri del Nas hanno sequestrato in tutta Italia 150 tonnellate di alimenti irregolari e pericolosi per la salute. Dopo l'operazione "Pasqua a Tavola 2012", che ha consentito di sottrarre al consumo quasi 3mila tonnellate di alimenti pericolosi per la salute, i militari del Nas hanno intensificato i controlli nel settore agroalimentare e, in queste ultime 3 settimane, hanno effettuato oltre 1.700 ispezioni, riscontrando irregolarità nel 36% delle strutture e segnalando alle autorità giudiziarie ed amministrative 600 persone, responsabili delle 928 violazioni emerse nel corso delle attività. I controlli effettuati hanno inoltre portato al sequestro di 150 tonnellate di alimenti e bevande potenzialmente pericolosi per la salute, detenuti in modo non idoneo o irregolarmente commercializzati, e all'adozione di provvedimenti di sequestro/chiusura immediata nei confronti di 70 strutture produttive e commerciali, carenti dal punto di vista igienico sanitario, gestionale ed autorizzativo. Il valore totale delle strutture e degli alimenti cui i carabinieri dei Nas hanno posto i sigilli ammonta ad oltre 31 milioni di euro.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari