domenica 19 febbraio | 13:08
pubblicato il 22/lug/2013 16:52

Alimenti: Cia, no a psicosi su pesto, paura a tavola danneggia consumi

Alimenti: Cia, no a psicosi su pesto, paura a tavola danneggia consumi

(ASCA) - Roma, 22 lug - L'annuncio della sospetta presenza di botulino nel pesto genovese di una ditta locale rischia di produrre una nuova psicosi. La 'paura a tavola', infatti, incide pesantemente sui consumi, soprattutto in Italia dove la garanzia di sicurezza alimentare e' il criterio al primo posto nelle scelte di acquisto per otto cittadini su dieci.

E' quanto dichiara la Cia, confederazione italiana agricoltori, in una nota, commentando l'allarme botulino lanciato in questi giorni su una marca di pesto genovese.

La Cia ricorda che, di fronte a un allarme alimentare, quasi il 45% degli italiani ammette di evitare l'acquisto del cibo finito 'nel mirino' per un certo periodo di tempo. Per questo, avvertono dalla confederazione, bisogna agire in fretta e fare al piu' presto tutte le verifiche per circoscrivere casi, tempi e modalita', altrimenti per non incorrere nel pericolo di scatenare timori generalizzati capaci di provocare danni enormi all'agroalimentare.

red/lus/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Raggi: vogliamo stadio della Roma ma nel rispetto della legge
Immigrati
Guardia costiera: oggi 358 migranti salvati nel Mediterrano
Cinema
Napoli ricorda Totò a 50 anni da morte con show e set ricreati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia