lunedì 05 dicembre | 01:21
pubblicato il 06/mar/2013 10:44

Alimentari: Coldiretti, crolla consumo carne. Nel 2013 -7% macellazioni

(ASCA) - Roma, 6 mar - Nel 2013 e' crollato il consumo di carne degli italiani con un taglio del 7 per cento nelle macellazioni bovine nel primo bimestre, rispetto allo scorso anno. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti dalla quale si evidenzia che uno degli effetti piu' evidenti della crisi e' il cambiamento nelle abitudini alimentari degli italiani. A farne le spese - sottolinea Coldiretti - e' stata soprattutto la carne rossa sulla quale ha pesato nell'ultimo mese anche l'allarme generato dallo scandalo carne di cavallo. Con la crisi infatti nel 2013 quasi un italiano su tre (32 per cento) a pranzo consuma esclusivamente un piatto di pasta che sazia di piu' e costa di meno mentre solo il 18 per cento dichiara di fare quotidianamente un pranzo completo con un primo, un secondo, un contorno e un dolce o un frutto, secondo un sondaggio on line condotto sul sito www.coldiretti.it. A cambiare non e' stato solo il menu tipo, ma, secondo una analisi Coldiretti/Swg, anche la modalita' di fare la spesa con ben 26 milioni di italiani che vanno a caccia dei prezzi piu' bassi facendo lo slalom nel punto vendita, cambiando negozio, supermercato o discount, ma anche sperimentando canali alternativi senza rinunciare alla qualita' come gli acquisti di gruppo, quelli on line o dal contadino. Quasi due italiani su tre - sottolinea Coldiretti - tagliano sulla spesa con il 62 per cento che confronta con piu' attenzione del passato i prezzi, il 56 per cento che fa lo slalom tra le corsie alla ricerca delle offerte speciali 3 per 2 e degli sconti, e oltre la meta' (51 per cento) che va a caccia dei prodotti a basso prezzo. La crisi aguzza l'ingegno e si assiste a una proliferazione di forme innovative e curiose di risparmio con la diffusione dei gruppi di acquisto solidali (Gas) che coinvolgono il 18,6 per cento degli italiani, vale a dire quasi 7 milioni di persone, di cui quasi 2,7 milioni in modo regolare, secondo l'analisi Coldiretti/Censis. Ma si e' anche verificato - continua Coldiretti - il boom degli acquisti e dei confronti dei prezzi sul web o addirittura il carpooling della spesa con un numero crescente di persone che di fronte al caro benzina si mettono in auto assieme per dividere i costi e andare a fare la spesa nei punti piu' convenienti, dalle aziende agricole ai mercati degli agricoltori, dai mercati all'ingrosso agli ipermercati fino ai discount. Una strategia che ha contribuito al contenimento dell'inflazione. com/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari