martedì 06 dicembre | 15:59
pubblicato il 11/apr/2013 13:36

Alimentare: Cia, bene maxi sequestro falsi prodotti Bio

Alimentare: Cia, bene maxi sequestro falsi prodotti Bio

(ASCA) - Roma, 11 apr - La Confederazione italiana agricoltori 8Cia), plaude all'operazione 'Green war' della Guardia di finanza di Pesaro che ha portato al sequestro di 1.500 tonnellate di soia, mais e grano tenero ucraino falsamente certificati come 'bio' ma ad alto contenuto di Ogm e di 30 tonnellate di soia provenienti dall'India e contaminate con pesticidi..

''A dispetto della crisi il biologico continua a crescere costantemente in termini di consumi e fatturato. Ma proprio per questo suo 'appeal', il segmento diventa sempre piu' spesso bersaglio di frodi e sofisticazioni alimentari. Ecco perche' operazioni come quella della Guardia di finanza di Pesaro e dall'Ispettorato Repressione Frodi del ministero delle Politiche agricole sono molto importanti'', scrive Cia in una nota.

'' Ora piu' che mai - prosegue - e' necessario mantenere alta l'attenzione sul settore, intensificando i controlli soprattutto sui prodotti importati da Paesi terzi non in equivalenza''.

Cia sottolinea come ''nel nostro Paese la spesa per il 'bio' e' aumentata nel 2012 del 7,3%, mettendo a segno il settimo aumento tendenziale consecutivo e oggi il 75% degli italiani dichiara di acquistare prodotti biologici almeno una volta al mese. Alimentando cosi' un business che in Italia vale circa 3 miliardi di euro, ma che a livello mondiale ha raggiunto la quota di 55 miliardi di dollari l'anno''. Proprio per questo, pero' ''il settore del biologico ha iniziato a fare gola alle mafie e ai professionisti della truffa agroalimentare, pronti a falsificare carte e certificati pur di accaparrarsene una fetta'', osserva Cia. ''Oggi - sottolinea - bisogna lavorare sulle regole e prevedere politiche 'ad hoc' che controllino i mercati. E' indispensabile aumentare le ispezioni, inasprire sanzioni e pene ma soprattutto lavorare sulla trasparenza in tutti i passaggi della filiera, soprattutto nei Paesi dove i metodi produttivi e di controllo non sono ritenuti equivalenti ai nostri'', conclude Cia.

com-stt/res/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Avviato procedimento disciplinare per vigile tifoso della Roma
Mafia
Operazione antimafia tra Ragusa e Caltanissetta: sette arresti
Violenza minori
A Napoli abbandona neonato in spazzatura:arrestata, bimbo salvo
Maltempo
Allerta maltempo: temporali sulle due Isole e sulla Calabria
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Wine2Wine: Germania mercato maturo e complesso
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni