venerdì 20 gennaio | 21:14
pubblicato il 17/apr/2013 15:37

Alcol: Pediatri Sipps, allarme 'drunkoressia' fra gli adolescenti

Alcol: Pediatri Sipps, allarme 'drunkoressia' fra gli adolescenti

(ASCA) - Roma, 17 apr - Bevande ad alto tenore alcolico bevute a digiuno , sia per ridurre l'apporto energetico dell'alcol, sia per potenziarne gli effetti inebrianti. E' la 'drunkoressia' o 'anoressia da happy hour', abitudine che prende sempre piu' piede fra gli adolescenti italiani, anche sulla scorta delle abitudini dei loro coetanei stranieri. L'allarme viene lanciato dalla Societa' Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS). ''Da una parte - fa notare il presidente, Giuseppe di Mauro - il consumo di alcol ha registrato una progressiva anticipazione a fasce di eta' inferiori: i primi 'assaggi' (in particolare di birra, piu' che di vino e superalcolici) avvengono durante gli anni della scuola media. Dall'altra, c'e' una maggiore consapevolezza negli adolescenti degli effetti dell'alcol che, quindi, vengono appositamente ricercati in particolari circostanze, come puo' essere il ritrovo in discoteca''. Un caso di anoressia su 15 si declina nella drunkoressia - ricorda lo specialista - denotando, cosi', un rilevante cambiamento di costumi, proiettato verso l'assunzione di alcol al di fuori dei pasti e spesso favorito dalla disponibilita' di cocktail gia' pronti o elaborati al momento. Nata negli Stati Uniti, la drunkoressia si sta diffondendo largamente anche in Italia dove si stimano 300 mila casi di ragazzi tra i 14 e i 17 anni, casi che 8 volte su 10 riguardano il sesso femminile e, in generale, presentano una tendenza ad un preoccupante aumento. Gli effetti possono essere davvero dannosi, soprattutto sugli adolescenti: ai tradizionali danni provocati dall'alcol al fegato e alle cellule nervose si sommano, quasi con effetto moltiplicativo piu' che semplicemente additivo, pericolosi sbalzi di peso, con scomparsa del ciclo mestruale nelle ragazze, osteoporosi, aritmie cardiache e steatosi epatica (cioe' infarcimento di grassi nel fegato, primo passo verso la cirrosi). Ma non basta. Attualmente oltre all'abuso di alcol, a destare grande allarme sono anche le bevande energizzanti, i cosiddetti ''energy drink'', che contengono sostanze stimolanti quali caffeina, taurina, guarana', ginseng e niacina, finalizzate a dare carica, sensazione di forza, instancabilita', resistenza e potenza. Quando vengono mescolate a quelle alcoliche contribuiscono a promuovere gli effetti di disinibizione comportamentale. Secondo un recente rapporto Efsa (Autorita' Europea per la Sicurezza Alimentare), il consumo combinato con l'alcol arriva al 56% negli adulti e al 53% negli adolescenti. In particolare, se tra i primi circa il 30% dichiara di consumare abitualmente energy drink, tra gli adolescenti dai 10 ai 18 anni le percentuali salgono al 68% con un 12% di bevitori ''cronici'', con un consumo medio di 7 litri al mese e un altro 12% di consumatori ''acuti''. Persino fra i 3 e i 10 anni: il 18% circa consuma energy drink e tra di essi il 16% ne consuma in media 0,95 litri a settimana (almeno 4 litri al mese)! ''La vera preoccupazione - spiega Piercarlo Salari, Pediatra Consultoriale a Milano e membro SIPPS - riguarda la mancanza di conoscenza degli effetti da parte degli adolescenti: gli energy drink sono, infatti, ancor piu' facilmente reperibili degli alcolici e non e' possibile una stretta sorveglianza del loro utilizzo. In caso di eccessivo consumo, si possono avere conseguenze immediate quali: l'accelerazione del battito cardiaco e la comparsa di episodi di tachicardia e ipertensione, nausea e/o vomito, malessere psicofisico, calo dell'attenzione e della vigilanza (ancora piu' pericolosa se il ragazzo e' alla guida), ma anche conseguenze nel piu' lungo termine, quali: dipendenza riduzione della memoria e delle capacita' cognitive erosione dello smalto dentario. Va da se' che i rischi si amplificano se agli energy drink vengono associati alcol e sostanze stupefacenti''. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Hotel Rigopiano, estratte mamma e bimbo: in ospedale, stanno bene
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: trovati vivi 6 dispersi
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: morti accertati sono solo 2
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4