venerdì 09 dicembre | 20:24
pubblicato il 24/ott/2011 15:55

Ai domiciliari donna accusata di annegamento figlio a Orbetello

Il gip ha disposto che sia seguita in una struttura sanitaria

Ai domiciliari donna accusata di annegamento figlio a Orbetello

Firenze, 24 ott. (askanews) - Il Giudice per le indagini preliminari di Grosseto ha interrogato questa mattina, nel carcere romano di Rebibbia, Laura Pettenello, la donna accusata di avere lasciato annegare il proprio piccolo di 16 mesi, il 9 agosto scorso, nelle acque di Feniglia, vicino a Orbetello, e ne ha disposto gli arresti domiciliari in un struttura che sia in grado di assisterla dal punto di vista sanitario. La donna, 45 anni, romana, è accusata di omicidio volontario premeditato del figlio Federico ed è seguita dagli avvocati Caterina Flick e Bruno Leporatti. Oltre al gip di Grosseto, è stata sentita dal procuratore di Grosseto, Franco Verusio. La Pettenello deve rispondere anche di tentato omicidio per un episodio risalente a marzo, quando avrebbe tentato di annegare il bambino, all'epoca di 11 mesi, nella vasca da bagno di casa, a Roma.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina