domenica 04 dicembre | 03:36
pubblicato il 18/lug/2013 19:09

Ai Comuni della provincia di Trapani 14 immobili tolti alla mafia

Caruso, direttore beni sequestrati: la legge va migliorata

Ai Comuni della provincia di Trapani 14 immobili tolti alla mafia

Palermo (askanews) - Gli stessi edifici che prima arricchivano i boss mafiosi ora finiranno nelle mani dei sindaci, e quindi dei cittadini, della provincia di Trapani, del tribunale di Marsala e delcomando provinciale dei carabinieri. La consegna dei 14 immobili confiscati, avvenuta in una cerimonia a Palermo, è una vittoria per le decine di persone che lavorano in un settore difficile dice Giuseppe Caruso, direttore dell'Agenzia nazionale per i beni confiscati. "Ho voluto cogliere l'occasione per sottolineare l'importanza della bravura di chi sta dietro alla destinazione dei beni, è un lavoro di una difficoltà enorme".Caruso ha anche sottolineato però che per rendere più efficiente il riutilizzo dei beni confiscati servirebbe qualche modifica alla legge che è "encomiabile" ha detto, "ma ci sono delle criticità che vanno risolte".

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari