venerdì 24 febbraio | 23:22
pubblicato il 05/feb/2011 11:42

Agrigento, i condomini dicono no allo sportello antimafia

Bocciato il progetto dei gruppi antiracket: "Abbiamo paura"

Agrigento, i condomini dicono no allo sportello antimafia

No allo sportello antimafia in un palazzo di Agrigento, perché i condomini hanno paura. Le associazioni antiracket, insieme alla Confartigianato provinciale, volevano aprirlo in uno stabile di via XXV aprile, sede del quartier generale dell'associazione degli artigiani. Il presidente Francesco Giambrone spiega i motivi che lo hanno portato a bloccare il progetto. L'imprenditore bivonese Ignazio Cutrò, presidente dell'associazione antiracket Libere Terre, denuncia invece la difficoltà di combattere le mafie concretamente giorno dopo giorno. Le associazioni antiracket comunque non demordono, e insieme a Confartiginato stanno pensando a una nuova sede per lo sportello antimafia.

Gli articoli più letti
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech