martedì 06 dicembre | 01:45
pubblicato il 05/feb/2011 11:42

Agrigento, i condomini dicono no allo sportello antimafia

Bocciato il progetto dei gruppi antiracket: "Abbiamo paura"

Agrigento, i condomini dicono no allo sportello antimafia

No allo sportello antimafia in un palazzo di Agrigento, perché i condomini hanno paura. Le associazioni antiracket, insieme alla Confartigianato provinciale, volevano aprirlo in uno stabile di via XXV aprile, sede del quartier generale dell'associazione degli artigiani. Il presidente Francesco Giambrone spiega i motivi che lo hanno portato a bloccare il progetto. L'imprenditore bivonese Ignazio Cutrò, presidente dell'associazione antiracket Libere Terre, denuncia invece la difficoltà di combattere le mafie concretamente giorno dopo giorno. Le associazioni antiracket comunque non demordono, e insieme a Confartiginato stanno pensando a una nuova sede per lo sportello antimafia.

Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta maltempo: temporali sulle due Isole e sulla Calabria
Immigrati
Guardia costiera: salvati 231 migranti nel Mediterraneo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari