lunedì 05 dicembre | 01:23
pubblicato il 08/feb/2011 15:40

Agrigento, 11 fermi per droga: tra loro familiari di mafiosi

Operazione conclusa bruscamente per evitare pericolo di fuga

Agrigento, 11 fermi per droga: tra loro familiari di mafiosi

Undici fermi tra Porto Empedocle e Favara per evitare il pericolo di fuga: si è conclusa così l'operazione contro il traffico di droga coordinata dalla Direzione Distrettuale antimafia e condotta dalla squadra mobile di Agrigento. Il dirigente Alfonso Iadevaia.Tra i fermati ci sono familiari di esponenti mafiosi di spicco come Salvatore Prestia, cognato di Fabrizio Messina, fratello del capomafia della provincia di Agrigento Gerlandino Messina, catturato a dicembre dopo una lunga latitanza. Fermati anche Giuseppe Grassonelli, esponente della famiglia mafiosa di Porto Empedocle, e Antonio Russello, coinvolto come favoreggiatore nel fallito blitz del 2009 in un appartamento di Favara nel quale si sarebbe nascosto proprio il boss Gerlandino Messina.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari