domenica 04 dicembre | 01:33
pubblicato il 14/giu/2013 15:10

Agricoltura: Vigneto Veneto, dopo piogge allarme infezioni fungine

Agricoltura: Vigneto Veneto, dopo piogge allarme infezioni fungine

(ASCA) - Venezia, 14 giu - Le intense piogge che hanno caratterizzato questa primavera stanno creando forti preoccupazioni tra i viticoltori veneti. Le precipitazioni, soprattutto nella fascia pedemontana, hanno infatti favorito l'insorgere di diffuse infezioni fungine, in particolare di Peronospora. Inoltre, le temperature al di sotto della media stagionale, registrate fino all'altro ieri, hanno provocato dei ritardi nelle fasi fenologiche delle viti, tanto che si calcola un ritardo medio della fioritura di oltre 10 giorni, sinonimo questo di una vendemmia che si preannuncia mediamente tardiva. E' quanto ha comunicato in una nota Vigneto Veneto, azienda regionale per i settori agricolo, forestale e agro-alimentare.

Si parlera' anche di questo al convegno sullo stato del vigneto veneto alla vigilia dell'estate che Veneto Agricoltura-Europe Direct Veneto organizza a Conegliano (19 giugno, ore 10,00 presso l'Aula Magna dell'Universita' - Via Dalmasso, 1). Si tratta del primo incontro dell'ormai tradizionale ''Trittico vitivinicolo'' promosso dall'Azienda Regionale assieme alla Regione, Avepa e CRA-VIT (seguiranno gli incontri sulle previsioni vendemmiali a fine agosto/primi giorni di settembre a Legnaro-Pd e sul consuntivo a Soave-Vr il prossimo gennaio). Il convegno di Conegliano sara' dunque un importante momento informativo di carattere tecnico rivolto agli operatori del settore. Francesco Rech (ARPAV-Servizio Meteorologico di Teolo-Pd), cerchera' di dare qualche risposta sull'andamento meteorologico che ha interessato la nostra regione negli ultimi mesi. Patrick Marcuzzo (CRA-VIT di Conegliano) fara' il punto sullo stato vegetativo e fitosanitario dei vigneti delle diverse aree viticole del Veneto e fornira' le primissime anticipazioni sulla prossima vendemmia. Un'annata, quella del 2013, che sara' ricordata per l'incredibile aggressione fungina che ha invaso i vigneti veneti, dovuta ad alcune concause che Michele Borgo (esperto fitopatologo) illustrera' facendo anche un confronto con gli ultimi 40 anni. L'incontro sara' anche l'occasione per approfondire importanti aspetti legati alla produzione, come la fertilita' delle gemme e la percentuale di allegagione, argomento che sara' illustrato da Diego Tomasi (CRA-VIT di Conegliano), mentre Stefano Soligo (Veneto Agricoltura) parlera' dello stato di avanzamento della selezione clonale di iniziativa regionale.

red/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari