martedì 21 febbraio | 09:04
pubblicato il 09/mag/2012 18:21

Agguato Genova/ Procura: Trovate impronte su scooter attentatori

"Immagini telecamere lontane, non ci aiutano a identificarli"

Agguato Genova/ Procura: Trovate impronte su scooter attentatori

Genova, 9 mag. (askanews) - "Impronte digitali sulla moto ce ne sono, il problema è che stanno valutando la utilizzabilità cioè la concretezza e, ammesso che siano utilizzabili, bisogna trovare a chi appartengono". Lo ha detto il procuratore capo di Genova, Michele Di Lecce, rispondendo alla domanda di un giornalista sugli accertamenti degli inquirenti sullo scooter Yamaha X Max 250 che sarebbe stato usato dagli attentatori dell'ad di Ansaldo Nucleare, Roberto Adinolfi. Per identificare gli aggressori, gli investigatori stanno ancora analizzando i filmati delle telecamere cittadine: "Alcune telecamere -ha sottolineato Di Lecce- hanno funzionato ma sono telecamere generiche quindi non credo che per il problema dell'identificazione ci aiutino un granché le riprese televisive. Quelle che sono state esaminate finora -ha concluso- sono abbastanza lontane, campi lunghi, più che altro immagini in movimento".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Campidoglio
Roma, Grillo a Raggi: decidete voi e non fatevi influenzare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia