giovedì 08 dicembre | 17:36
pubblicato il 03/lug/2014 12:00

Agguato a Roma, commando uccide in casa il "cassiere" di Mokbel

Tre killer, uno in ospedale: schierati elicotteri e posti blocco

Agguato a Roma, commando uccide in casa il "cassiere" di Mokbel

Roma, 3 lug. (askanews) - Agguato questa mattina a Roma in via Gandolfi, zona Camilluccia. La vittima è un nome illustre delle cronace giudiziarie degli ultimi anni: Silvio Fanella, 41 anni, condannato in primo grado a 9 anni nel processo per il riciclaggio internazionale che ha visto coinvolti alcuni ex dirigenti delle società Telecom Italia Sparkle e Fastweb, era il "cassiere" del gruppo che faceva riferimento al manager Gennaro Mokbel. Un commando di tre persone ha fatto irruzione nell'appartamento, dove Fanella abitava con la cugina: l'uomo è stato raggiunto da diversi colpi di arma da fuoco, il corpo senza vita è stato poi trovato nell'androne del palazzo. Nella sparatoria è rimasto ferito uno dei tre uomini del commando, Giovanni Battista Ceniti, 29 anni, originario di Genova: abbandonato dai compagni nel cortile dell'abitazione di Fanelli, è stato poi soccorso dal 118 e ricoverato al policlinico Gemelli in gravissime condizioni. Gli altri due killer sono riusciti a fuggire a bordo di un'auto, una Croma bianca, poi risultata rubata e ritrovata in Via Premuda, non lontana dal luogo dell'agguato. Elicotteri e posti di controllo delle forze dell'ordine sono stati attivati nella zona nord della Capitale, causando disagi al traffico. La polizia è al lavoro per ricostruire l'accaduto. Sono in corso accertamenti sull'auto usata dal commando e gli investigatori stanno sentendo la cugina della vittima. In base a quanto emerso da una indagine della Procura di Potenza che indagava su alcuni soggetti vicini ad un clan della malavita della zona, alcuni mesi fa tre giovani lucani erano stati reclutati per sequestrare Fanella. Progetto che però non era andato a buon fine. Fanella oggi avrebbe dovuto partecipare ai funerali di uno dei legali che sin dall'inizio del caso riciclaggio lo aveva seguito, un anziano penalista che nei giorni scorsi si è tolto la vita. A chi ultimamente lo ha sentito Fanella è parso come sempre: "Era uno tranquillo, era molto dispiaciuto per quanto avvenuto, come tutti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni