lunedì 20 febbraio | 19:38
pubblicato il 04/giu/2011 16:55

Afghanistan/ Ufficiale carabinieri ucciso, il film della tragedia

Congiu ha sparato per difendere una donna poi la reazione...

Afghanistan/ Ufficiale carabinieri ucciso, il film della tragedia

Roma, 4 giu. (askanews) - Con il passare delle ore resta ancora abbastanza confusa la dinamica della tragica sparatoria, avvenuta ieri pomeriggio nella valle del Panjshir, nell'Afghanistan nord orientale, che è costata la vita al tenente colonnello dei carabinieri, Cristiano Congiu. La ricostruzione dell'accaduto delle fonti italiane e quella fornita da fonti locali appaiono infatti discordanti in alcuni punti. Secondo le fonti italiane, infatti, l'ufficiale dei carabinieri, che non era in servizio, si trovava in viaggio in una località il cui nome esatto non è stato reso noto nella valle del Panjshir, nell'Afghanistan nord orientale. Era in compagnia di un conoscente afgano (ex allievo dell'accademia militare di Modena) e di una donna di nazionalità americana. Durante il loro viaggio i tre avrebbero incrociato un gruppo di afgani. Uno di questi, un giovane, avrebbe afferrato la donna, facendola sbattere violentemente contro un muro. Il tenente colonnello Congiu - stando alla ricostruzione - avrebbe reagito temendo probabilmente il peggio per la donna e avrebbe fatto fuoco con la sua pistola, ferendo lievemente al fianco l'aggressore. Gli altri afgani del gruppetto a quale punto si sarebbero quindi allontanati e lo stesso ufficiale avrebbe prestato soccorso alla donna e al giovane ferito alla spalla. Nel frattempo, a dar man forte ai compagni del ragazzo ferito - sempre secondo la ricostruzione dell'Arma - sarebbero giunti altri uomini armati di kalashinikov. Dal gruppo sarebbe partita una raffica e un colpo ha centrato mortalmente alla testa Congiu. La donna americana e l'afghano sarebbero riusciti a raggiungere la loro vettura e a scappare avvertendo la polizia afgana. Durante successive ricerche è stato individuato il ragazzo ferito, che è stato arrestato. Secondo le fonti italiane si tratterebbe quindi di un episodio di criminalità locale. nessun legame con le vicende legate alla guerra in corso nel paese. Da quanto si desume invece dalla ricostruzione delle fonti afgane il giovane ferito sarebbe in coma. Il tenente colonnello Congiu sarebbe stato ucciso al termine di una colluttazione con un "eroinomane". Congiu, descritto dal senatore afgano Mohammad Faizi semplicemente come "lo straniero", stava visitando ieri pomeriggio la regione "accompagnato da una donna e da un interprete". Faizi racconta, quindi, di una rissa scoppiata fra l'ufficiale dei Carabinieri e un abitante del luogo, "noto eroinomane". Congiu "si è arrabbiato, ha tirato fuori una pistola e ha sparato due colpi, ferendo l'eroinomane che ora è in coma" ha proseguito il senatore afgano originario di quelle parti. I parenti del tossicodipendente, a quel punto, avrebbero "sparato un colpo in testa allo straniero, morto sul colpo. Volevano anche uccidere la donna (che l'accompagnava, ndr) ma alcuni abitanti gliel'hanno impedito".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia