lunedì 20 febbraio | 02:45
pubblicato il 30/mar/2013 15:49

Addio Jannacci, Moni Ovadia: un genio, cantore dei poveri cristi

"E' stato il più grande, ha creato un'origine"

Addio Jannacci, Moni Ovadia: un genio, cantore dei poveri cristi

Milano (askanews) - "Per me è sempre stato il più grande, era un artista assoluto. Io credo che tra tutti i poeti della canzone, i cantautori, lui sia stato l'unico così radicalmente originale, di più... Lui ha creato un'origine". Così, con la voce rotta dall'emozione, davanti alla camera ardente il drammaturgo Moni Ovadia ricorda il maestro Enzo Jannacci, morto a 77 anni nella clinica milanese Columbus, dov'era ricoverato a causa di un cancro."Era un autentico genio e poi è stato il cantore dei poveri cristi. Quello che ha cantato la bellezza malinconica degli ultimi, dei disperati e ne ha capito la bellezza e la verità profonda rispetto a tutto lo schifo dell'arroganza di quelli che si credono qualcosa".Da Paolo Rossi, a Chochi Ponzoni al più giovante Paolo Kessisoglu quasi a testimoniare la trasversalità della musica senza età e senza epoca di Jannacci, in tanti, personaggi noti e gente comune si sono recati a dare l'ultimo saluto al cantautore. "Adesso senza Enzo Basta, è come se un'intera Milano avesse preso congedo da noi".

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia