lunedì 05 dicembre | 02:07
pubblicato il 18/gen/2011 13:18

Acquedotto del Serino ha duemila anni, trovata iscrizione romana

La scritta riporta una data precisa, caso raro in archeologia

Acquedotto del Serino ha duemila anni, trovata iscrizione romana

L'acquedotto del Serino ha duemila anni. Lo conferma un'antica iscrizione romana trovata durante gli scavi in un tratto dell'antico acquedotto romano, che riporta la data precisa dell'inaugurazione: 30 dicembre del 10 d.C., caso raro in archeologia. La scritta si trova all'interno di una galleria in località Scalandrone, a Bacoli, e commemora l'apertura di un condotto idraulico di collegamento con l'antico acquedotto augusteo: sopra c'è anche il nome di Decimo Satrio Ragoniano, il più antico soprintendente alle acque pubbliche finora conosciuto. L'acquedotto augusteo traeva origine dalle sorgenti di Serino, ora in provincia di Avellino e, con un percorso in gran parte sotterraneo di 96 km giungeva fino alla Piscina Mirabile di Bacoli, dopo aver fornito acqua potabile a Pompei, Nola, Acerra, Napoli, Pozzuoli e Baia. Le sorgenti di Serino forniscono ancora buona parte dell'acqua distribuita ad uso potabile dall'Arin.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari