sabato 25 febbraio | 10:39
pubblicato il 22/mar/2011 20:06

Acqua e nucleare, presentati a Catanzaro i comitati referendari

Dopo il Giappone, governo verso una moratoria sul nucleare

Acqua e nucleare, presentati a Catanzaro i comitati referendari

Il governo Berlusconi è orientato a concedere una moratoria di un anno sul nucleare. La notizia è arrivata proprio mentre si celebrava la giornata mondiale dell'acqua e, non a caso, acqua bene comune ed energia atomica sono gli argomenti al centro dei referendum sui quali gli italiani, in estate, saranno chiamati a dare il proprio parere. Nelle stesse ore a Catanzaro, il cui territorio, secondo una mappatura del Cnen risalente 1979, ricade tra quelli d'interesse per la costruzione di centrali atomiche, sono stati presentati i comitati locali per i referendum "Due sì per l'acqua bene comune" e "Vota sì per fermare il nucleare". Tra i promotori, il consigliere comunale Eugenio Occhini.Sabato 26 marzo, inoltre, è prevista a a Roma una grande manifestazione in sostegno della campagna referendaria.

Gli articoli più letti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Salute
A Giulio Maira il premio Raffaele Marinosci per la Medicina
Cucchi
Cucchi: sospesi da servizio tre carabinieri accusati di omicidio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech