sabato 03 dicembre | 17:00
pubblicato il 12/nov/2013 11:14

Abruzzo: indagine 'Il Vate', ecco le accuse all'assessore De Fanis

(ASCA) - L'Aquila, 12 nov - Cominciano a delinearsi i contorni dell'operazione giudiziaria 'Il Vate', che ha portato stamane all'arresto dell'assessore alla Cultura della Regione Abruzzo, Luigi De Fanis, da parte degli uomini del Corpo forestale dello Stato, con l'accusa, tra le altre, di concussione. De Fanis, a quanto si apprende da fonti giudiziarie, avrebbe chiesto tangenti per l'organizzazione del concorso internazionale di musiche da film ''Mario Nascimbene Award'', e per un evento al Salone del Libro di Torino (entrambe le iniziative nell'ambito delle celebrazioni dannunziane). Di 40 mila euro l'importo dei fondi regionali impiegati, con una presunta 'mazzetta' richiesta pari al 10 per cento. A sollevare il coperchio sulla vicenda anche intercettazioni telefoniche ed ambientali. Oltre a De Fanis ed alla sua segretaria, ai domiciliari, all'obbligo di dimora sono finiti il funzionario regionale Rosa Giammarco, direttore dell'Agenzia regionale del Turismo Sulmona/Alto Sangro, e il presidente di una onlus del Vastese, Ermanno Falone. iso/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari