lunedì 20 febbraio | 14:40
pubblicato il 13/gen/2014 15:38

A Palermo incidente probatorio sul naufragio di Lampedusa

Nella tragedia del 3 ottobre morirono 366 migranti

A Palermo incidente probatorio sul naufragio di Lampedusa

Palermo, (askanews) - Hanno riconosciuto il loro aguzzino, davanti ai giudici di Palermo. Nel corso dell'incidente probatorio gli immigrati superstiti del naufragio che lo scorso 3 ottobre costò la vita a 366 extracomunitari di fronte alle coste di Lampedusa si trovati davanti a Mouhamud Elmi Muhidin, il somalo accusato di essere uno degli organizzatori della traversata.I migranti, siriani ed eritrei, hanno ripercorso gli orrori di quel viaggio culminato in tragedia davanti all'isola dei Conigli come ha spiegato l'avvocato Carlo Emma che li difende. "Hanno raccontato di come venissero rinchiusi, ora in abitazioni improvvisate, ora in luoghi di detenzione sperduti nel deserto, e venivano sottoposti a varie forme di tortura finalizzate ad ottenere un riscatto che avrebbe consentito il raggiungimento delle coste libiche e dopo la Sicilia".Per Muhidin le accuse sono sequestro di persona a scopo di estorsione, associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, tratta di esseri umani e violenza sessuale. I clandestini per il viaggio della morte hanno pagato fino a 4.600 dollari.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, taglio del nastro per Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia