venerdì 24 febbraio | 21:10
pubblicato il 12/set/2012 12:21

A Napoli nasce il polo enogastronomico: al lavoro 90 persone

Nel "Tempio del gusto" imprenditoria e cultura

A Napoli nasce il polo enogastronomico: al lavoro 90 persone

Milano, 12 set. (askanews) - I sapori unici della tavola campana daranno lavoro a 90 persone che a loro volta serviranno ai clienti i prodotti locali.Si chiama il "Tempio del Gusto" il progetto che vuole scatenare a Napoli questo circolo virtuoso, unendo imprenditoria, cultura enograstronomica e valorizzazione del territorio. La struttura, in via Marina, occupa i due piani in cui prima sorgevano gli uffici della Banca d'Italia. Ora al posto di computer e scrivanie ci sono tavoli e cucine che verranno rifornite da produttori locali, compresa l'enoteca.Lo staff sarà composto da 90 giovani, specializzati in enogastronomia, come spiega la responsabile marketing del progetto "Grangusto" Manuela Barberio."Ci sarà il sommelier, il pizzaiolo, lo chef. Un modo nuovo per dare spazio ai giovani"Da Eataly in poi, la ricetta contro la crisi è la qualità.

Gli articoli più letti
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech