lunedì 05 dicembre | 04:16
pubblicato il 18/apr/2011 16:48

A Napoli la casa confiscata a un boss ospiterà minori a rischio

Nasce "La Casa della Legalità" a San Giovanni a Teduccio

A Napoli la casa confiscata a un boss ospiterà minori a rischio

A Napoli l'ex casa di un camorrista diventa un luogo di ritrovo per i giovani del quartiere. La struttura, a piazza Capri, nel Rione Villa a San Giovanni a Teduccio, è stata confiscata alla criminalità organizzata e ristrutturata: ora rinascerà col nome di "Casa della legalità" e sarà sede di un centro di assistenza e recupero scolastico per minori a rischio e di uno sportello di coordinamento di diverse associazioni che operano sul territorio, come Alma. La presidente Patrizia Liccardi.Il progetto è portato avanti grazie al contributo di molti volontari, come Elisabetta Visco. La ristrutturazione dell'abitazione confiscata è stata realizzata grazie al progetto "Legalità e convivenza, non violenza" promosso dall'Aics Napoli, Associazione Italiana Cultura e Sport e finanziato dal Csv, Centro per il servizio di Volontariato.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari