lunedì 27 febbraio | 04:09
pubblicato il 29/mag/2011 17:12

A Napoli l'integrazione si insegna con la musica grazie a Mus-e

Il progetto europeo è presente in 35 città italiane

A Napoli l'integrazione si insegna con la musica grazie a Mus-e

Insegnare ai bambini l'integrazione attraverso la musica. L'idea è nata nel 1991 grazie al violinista e direttore d'orchestra Yehudi Menuhin: la sua fondazione finanziata da Unione europea e Unesco ha l'obiettivo portare l'arte nelle scuole contro il disagio e l'emarginazione. L'iniziativa multiculturale ha piantato radici in 35 città italiane, compresa Napoli dove lavora Mus-e Napoli Onlus da 6 anni. Il vicepresidente Giuseppe Signoriello.Sono artisti professionisti a guidare i bambini e i ragazzi dei quartieri più difficili.Tutte le attività di Mus-e Napoli sono finanziate dai soci e da privati.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech