venerdì 02 dicembre | 23:15
pubblicato il 19/feb/2014 13:42

A Napoli 70 scuole occupate, la protesta lavoratori Lsu dilaga

Da Marzo stipendio decurtato del 50%

A Napoli 70 scuole occupate, la protesta lavoratori Lsu dilaga

Napoli (askanews) - Una settantina di scuole occupate in 3 giorni fra Napoli e provincia, sciopero e lezioni bloccate. La protesta dei dipendenti ex Lsu, lavoratori socialmente utili, non si ferma, anzi si allarga sempre di più. A rischio per 26mila persone posti di lavoro e lo stipendio, dal primo marzo 2013 decurtato del 50% a circa 400 euro al mese. I lavoratori, impiegati nelle scuole con diverse mansioni, imprese di pulizie e servizi ausiliari, sono consapevoli dei disagi ma non arretrano."Nei giorni scorsi abbiamo occupato provveditorato, non c'è stata risposta. Siamo stati costretti ad andare avanti con la protesta"Fra i genitori rabbia, ma anche comprensione. Intanto fa notizia il caso di una dirigente scolastica che si è barricata nella sua scuola costringendo i dimostranti a desistere.

Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari