domenica 11 dicembre | 15:48
pubblicato il 05/apr/2014 13:35

A Chesapeake Bay negli Usa tornano le coltivazioni di ostriche

Apprezzate come alimento, tengono pulite le acque

A Chesapeake Bay negli Usa tornano le coltivazioni di ostriche

Milano, (askanews) - Dopo aver rischiato l'estinzione per eccesso di pesca e inquinamento, le ostriche tornano a popolare la baia di Chesapeake, vicino a Washington, con grande gioia dei coltivatori. Come Tal Petty che cinque anni fa ha lasciato il mondo della finanza per dedicarsi alle ostriche e oggi ha sette dipendenti e riesce a gestire gli affari direttamente dal suo smartphone sulla barca. "La buona notizia è che si vendono, il mercato delle ostriche è in crescita anche perchè viene apprezzato l'aspetto della sostenibilità ambientale: le ostriche aiutano a tenere pulita l'acqua di Chesapeake Bay".Le ostriche infatti si nutrono di fitoplancton, dei micro organismi che consumano l'ossigeno presente nell'acqua. Mangiandoli, le ostriche fanno respirare la baia che infatti si sta ripopolando di pesci. E felici della ripresa del mercato delle ostriche sono anche i ristoratori che hanno riaperto da pochi mesi riscontrando un notevole gradimento per i molluschi di Chesapeake bay.(immagini Afp)

Gli articoli più letti
Papa
Papa: prega per Aleppo. Guerra cumulo soprusi e falsità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina