sabato 03 dicembre | 15:14
pubblicato il 06/mar/2014 11:49

A Catania la droga era un affare di famiglia, 26 arresti

Supermercato degli stupefacenti gestito da padre madre e figlio

A Catania la droga era un affare di famiglia, 26 arresti

Catania (askanews) - La gestione del "market della droga" nel quartiere di San Giovanni Galermo di Catania era un vero e proprio affare di famiglia. E' quanto emerso dall'operazione "Camaleonte" dei carabinieri, che ha portato all'arresto di 26 persone e allo smantellamento di una delle più importanti piazze di spaccio etnee. Al vertice della banda c'erano padre, madre e figlio, che secondo i magistrati avrebbero trafficato marijuana e cocaina con un volume d'affari che arrivava fino a 15 mila euro al giorno.L'organizzazione era ben strutturata, con pusher, intermediario con il cliente e custode della droga. Proprio questo compito sarebbe stato prerogativa di cinque donne dell'associazione finite in manette.Le indagini risalgono ad un anno fa, quando dalle telecamere piazzate dalle forze dell Ordine emerse il frenetico via vai dovuto al mercato della droga. Lo stupefacente veniva nascosto e venduto al cliente che l'acquistava direttamente in auto.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari