lunedì 20 febbraio | 01:33
pubblicato il 06/mar/2014 11:49

A Catania la droga era un affare di famiglia, 26 arresti

Supermercato degli stupefacenti gestito da padre madre e figlio

A Catania la droga era un affare di famiglia, 26 arresti

Catania (askanews) - La gestione del "market della droga" nel quartiere di San Giovanni Galermo di Catania era un vero e proprio affare di famiglia. E' quanto emerso dall'operazione "Camaleonte" dei carabinieri, che ha portato all'arresto di 26 persone e allo smantellamento di una delle più importanti piazze di spaccio etnee. Al vertice della banda c'erano padre, madre e figlio, che secondo i magistrati avrebbero trafficato marijuana e cocaina con un volume d'affari che arrivava fino a 15 mila euro al giorno.L'organizzazione era ben strutturata, con pusher, intermediario con il cliente e custode della droga. Proprio questo compito sarebbe stato prerogativa di cinque donne dell'associazione finite in manette.Le indagini risalgono ad un anno fa, quando dalle telecamere piazzate dalle forze dell Ordine emerse il frenetico via vai dovuto al mercato della droga. Lo stupefacente veniva nascosto e venduto al cliente che l'acquistava direttamente in auto.

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia