martedì 21 febbraio | 20:09
pubblicato il 23/gen/2011 13:50

A Caserta uno spettacolo per la Politkovskaja e le ombre russe

Ferdinando Maddaloni tra Beslan e la Cecenia

A Caserta uno spettacolo per la Politkovskaja e le ombre russe

Era il settembre del 2004 e nella scuola numero 1 di Beslan, nell'Ossezia del Nord, si consumò il massacro di 331 persone: 186 erano bambini. partita da quella strage di innocenti la riflessione che ha portato l'attore Ferdinando Maddaloni a scrivere una storia da incubo e a farne un documentario che parla di libertà e di altri dèmoni delle democrazie contemporanee, che è andato in scena a Caserta. Con un pensiero particolare per Anna Politkovskaja. Maddaloni spiega così ai microfoni di TM News il senso dello spettacolo

Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Taxi
Protesta taxi e ambulanti a Roma, bloccata via del Corso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia