giovedì 08 dicembre | 21:32
pubblicato il 26/ago/2011 18:02

A Capri mare più pulito grazie a un'alga mangia-inquinamento

Mangiano azoto e fosforo e diventano anche bio-carburante

A Capri mare più pulito grazie a un'alga mangia-inquinamento

Il mare di Capri è più pulito grazie alla presenza di una microalga che si ciba di azoto e fosforo, fungendo da depuratore naturale. E' il risultato di una sperimentazione condotta sulle alghe del tipo Botryococcus braunii e Scenedesmus obliquus, dai ricercatori dell'università Federico II di Napoli in collaborazione con l'università britannica di Cranfield. I ricercatori hanno "coltivato" le alghe sulle acque reflue che escono dagli impianti di depurazione, normalmente ricche di sostanze inquinanti come appunto, l'azoto e il fosforo. Da una prima valutazione è risultato che le concentrazioni di questi nutrienti inorganici sono diminuite addirittura del 90% con il risultato di un mare meno inquinato. Per la gioia di turisti e ambientalisti.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni