giovedì 23 febbraio | 15:43
pubblicato il 26/ago/2011 18:02

A Capri mare più pulito grazie a un'alga mangia-inquinamento

Mangiano azoto e fosforo e diventano anche bio-carburante

A Capri mare più pulito grazie a un'alga mangia-inquinamento

Il mare di Capri è più pulito grazie alla presenza di una microalga che si ciba di azoto e fosforo, fungendo da depuratore naturale. E' il risultato di una sperimentazione condotta sulle alghe del tipo Botryococcus braunii e Scenedesmus obliquus, dai ricercatori dell'università Federico II di Napoli in collaborazione con l'università britannica di Cranfield. I ricercatori hanno "coltivato" le alghe sulle acque reflue che escono dagli impianti di depurazione, normalmente ricche di sostanze inquinanti come appunto, l'azoto e il fosforo. Da una prima valutazione è risultato che le concentrazioni di questi nutrienti inorganici sono diminuite addirittura del 90% con il risultato di un mare meno inquinato. Per la gioia di turisti e ambientalisti.

Gli articoli più letti
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Sagrantino Montefalco, festeggia 25 anni dalla DOGC
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech