domenica 26 febbraio | 20:09
pubblicato il 02/apr/2011 14:01

A Bologna carabiniere uccide la convivente e si costituisce

Al culmine di una lite colpisce la donna alla testa

A Bologna carabiniere uccide la convivente e si costituisce

Roma, 2 apr. (askanews) - Tragedia familiare nel bolognese: a Baricella un carabiniere al culmine di una lite ha ucciso la convivente colpendola alla testa con un corpo contundente, poi si è costituito. Questa mattina - spiegano in una nota i carabinieri del comando provinciale di Bologna - nel corso di un litigio per motivi familiari, su cui sono in corso accertamenti, un militare dell'arma di 45 anni, ha colpito al capo la convivente, un'italiana 35enne, con un corpo contundente, provocandone la morte. Il fatto si è svolto all'interno della casa della coppia a Baricella. Il militare, che presta servizio a Bologna in incarichi non operativi, ha poi portato la figlia di 2 anni dai familiari, ed è andato a costituirsi al Commissariato di di Faenza. Sono in corso gli accertamenti da parte del Reparto Operativo del comando provinciale carabinieri di Bologna al fine di ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech