venerdì 09 dicembre | 05:52
pubblicato il 07/mar/2013 17:17

8 marzo: Marazziti e Campanella, 90mila a rischio infibulazione

(ASCA) - Cosenza, 7 mar - ''Se potessimo fare una proposta diremmo basta alla festa delle donne, che e' divenuto un rito triste e consumistico fondamentalmente contro le donne: ma visto che si celebra l'8 marzo il nostro pensiero va alle novantamila donne di origine musulmana che rischiano l'infibulazione, pur vivendo in un paese democratico e civile come il nostro''. Lo affermano Mario Campanella, Presidente di Peter Pan Onlus, e Donatella Marazziti, professore di psichiatria all'Universita' di Pisa.

''Si tratta delle donne provenienti dai Paesi dove ancora vige questa medievale e criminale pratica mutilatoria (Ghana, Nigeria, Egitto soprattutto) - dicono Campanella e Marazziti - ottomila delle quali bambine. Purtroppo - concludono il giornalista e la psichiatra - su questo delicato tema c'e' un'attenzione intermittente da parte degli organi di informazione e questo non facilita ne' la conoscenza, ne' soprattutto la prevenzione''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni