giovedì 23 febbraio | 02:11
pubblicato il 01/lug/2014 18:12

5.000 immigrati soccorsi in 48 ore. Almeno 30 morti

In porto a Salerno la nave Etna con a bordo 1.044 immigrati

5.000 immigrati soccorsi in 48 ore. Almeno 30 morti

Napoli, (askanews) - Sono oltre 5.000 gli immigrati soccorsi nelle ultime 48 ore dalle navi della Marina militare inserite nel dispositivo aeronavale interforze Mare Nostrum nel Canale di Sicilia. Su uno dei barconi, c'erano i cadaveri di una trentina di persone: si trovavano nella stiva di un peschereccio con a bordo 566 profughi. La polizia giudiziaria di Ragusa ha individuato due soggetti ritenuti gli scafisti del barcone. Gli immigrati ascoltati finora raccontano di violenze dei trafficanti libici nei loro confronti ed in particolare contro gli uomini africani.Tra gli sbarchi più numerosi effettuati in queste ore anche quello al porto di Salerno, dove è arrivata la nave Etna della Marina Militare, che trasporta 1044 migranti, tra cui un centinaio di minorenni. I primi a sbarcare sono stati 85 immigrati affetti da scabbia. Imponenti le misure di soccorso medico sanitario predisposte nel porto campano.

Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Mafia
Summit mafiosi per spartire racket, 14 arresti a Lamezia Terme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech