Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Campobasso, Daspo urbano ad autori aggressione autolavaggio

colonna Sinistra
Mercoledì 28 ottobre 2020 - 15:02

Campobasso, Daspo urbano ad autori aggressione autolavaggio

Prima applicazione della 'norma Willy'

Roma, 28 ott. (askanews) – Due fratelli di etnia Rom, residenti a Termoli, arrestati lo scorso 23 ottobre per aver ripetutamente colpito alla testa, con una mazza ed un cric, il titolare di un autolavaggio della cittadina adriatica che si era rifiutato di lavare gratuitamente l’auto dei due e che è tutt’ora ricoverato in prognosi riservata a causa dei traumi riportati, sono i primi destinatari del “Daspo Urbano”. Lo ha adotto nei loro confronti il Questore di Campobasso. I due fratelli su disposizione del Gip sono in custodia cautelare perché devono rispondere, in concorso tra loro, di lesioni personali, danneggiamento e possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

La condotta tenuta dai due fratelli, i precedenti penali e le circostanze che hanno caratterizzato l’episodio di violenza, hanno determinato l’adozione nei loro confronti del DASPO, in base al quale entrambi non potranno accedere ai pubblici esercizi o ai locali di pubblico trattenimento ubicati nel territorio dell’intera provincia di Campobasso, per la durata, rispettivamente, di un anno e due mesi e di un anno.

Questo tipo di Daspo è stato introdotto dal Decreto Legge nr. 130 dello scorso 21 ottobre, con cui è stato inserito nel Decreto Legge nr. 14/2017 l’art. 13-bis, la così detta “norma Willy”, dal nome della vittima di un noto episodio di pestaggio avvenuto a Colleferro.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su