Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Video su arresto violento in strada a Milano: questura indaga

colonna Sinistra
Martedì 22 settembre 2020 - 15:21

Video su arresto violento in strada a Milano: questura indaga

Bloccati dopo inseguimento e collutazione con agenti feriti
Video su arresto violento in strada a Milano: questura indaga

Milano, 22 set. (askanews) – La questura di Milano ha inviato alla locale Procura una primissima comunicazione e il video pubblicato questa mattina sul sito “Fanpage”, in cui si vedono alcuni poliziotti delle Volanti prendere a calci e schiaffi e insultare due uomini bloccati a terra, mentre faticano ad ammanettarli prima di caricarli in auto. Le immagini, in cui si vede anche un agente fermare uno dei colleghi violenti, sono state riprese da un cittadino all’alba del 16 settembre scorso in via Giotto.

La comunicazione odierna ai magistrati, sarà presto integrata da un’informativa che sarà redatta al termine di un’indagine interna della polizia, che sta anche valutando anche “i profili disciplinari dei singoli comportamenti tenuti dagli operanti”.

In una nota la questura ha spiegato che alle 4.13 del 16 settembre scorso, una Volante dell’Ufficio prevenzione generale aveva notato all’angolo tra via Ravizza e via Marghera uno scooter fermo al centro della carreggiata con a bordo una persona, e una seconda persona intenta a forzare la saracinesca di una gioielleria al civico 14 di via Marghera. Accortisi dell’arrivo degli agenti, i due erano saliti sul mezzo ripartendo contromano verso via Buonarroti, e ne era nato un lungo inseguimento in piazza Wagner, via Belfiore, via Cherubini, corso Vercelli, largo Settimio Severo, via Angelo Mari, via Paolo Giovio, via San Siro, via Sanzio, via Pier Capponi, via Giotto, “tutte percorse dal motociclo in contromano e ad alta velocità”.

Sempre nella ricostruzione della polizia, la fuga era poi terminata in via Giotto, dove i due erano andati a sbattere contro un marciapiede “in prossimità del quale era ferma una seconda Volante, sopraggiunta in ausilio”. Caduti dal motorino, i due malviventi “avevano tentato di sottrarsi all’arresto dimenandosi con calci e pugni, sferrati nei confronti dei poliziotti intervenuti, con i quali era scaturita una violenta colluttazione, a seguito della quale un agente ha riportato una ‘frattura piatto tibiale laterale ginocchio destro e un trauma distorsivo tibio-tarsica’ con prognosi di 30 giorni e un secondo agente ha riportato “contusione mano destra” con 10 giorni di prognosi”. “Nel corso della medesima colluttazione entrambi gli arrestati hanno riportato ‘contusioni multiple’ con prognosi di 5 giorni ciascuno”.

I due responsabili del tentato furto ai danni della gioielleria erano stati quindi arrestati: si tratta di due pregiudicati italiani di 44 e 46 anni residenti a Milano, uno dei quali in regime di affidamento in prova ai servizi sociali. Secondo i primi accertamenti, nel corso della stessa notte, “i due si erano resi responsabili anche del tentato furto pluriaggravato in un’altra gioielleria nella vicina via Poliziano”, e la polizia ha anche accertato che lo scooter su quale viaggiavano era stato rubato l’8 marzo scorso sempre nel capoluogo lombardo.

Da quanto si apprende, nella successiva perquisizione nelle loro abitazioni, la polizia avrebbe sequestrato anche materiale atto allo scasso. Gli arrestati avrebbero precedenti per droga e furto.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su