Header Top
Logo
Domenica 27 Settembre 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Provenzano: recuperare ritardi accumulati su direttrici ferrovie Sud

colonna Sinistra
Lunedì 14 settembre 2020 - 18:18

Provenzano: recuperare ritardi accumulati su direttrici ferrovie Sud

Ministro convoca Comitati coordinamento Cis ferrovie
Provenzano: recuperare ritardi accumulati su direttrici ferrovie Sud

Roma, 14 set. (askanews) – Si è svolta oggi presso gli uffici del ministero per il Sud e la Coesione territoriale la riunione convocata dal ministro Provenzano con i Comitati di Coordinamento dei Contratti istituzionali di Sviluppo (CIS) per la realizzazione delle Direttrici ferroviarie “Napoli-Bari-Lecce-Taranto”, “Salerno-Reggio Calabria” e “Messina-Catania-Palermo”, alla presenza dei ministeri dell’Economia e delle Finanze, delle Infrastrutture e dei Trasporti, dell’Ambiente, dei Beni della Attività Culturali, di Rete Ferroviaria italiana e delle Regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

Il ministro ha voluto fare il punto della situazione sullo stato di avanzamento dei CIS a valle dei Comitati di attuazione e sorveglianza che si sono riuniti lo scorso 28 luglio e del lavoro successivo che è stato prodotto, sulla base dei controlli e delle verifiche che l’Agenzia per la Coesione Territoriale nella sua qualità di Responsabile unico del contratto ha svolto nel corso di questi mesi, in particolare sull’andamento dei lavori del 2019.

“Ho voluto questo incontro, ha introdotto il ministro Provenzano, per analizzare le criticità che sono emerse, in alcuni casi molto gravi, per tracciare con il soggetto attuatore RFI e con le amministrazioni competenti un serio e credibile percorso di recupero dei ritardi accumulati. Abbiamo di fronte l’opportunità di una stagione senza precedenti di investimenti che devono guardare anche e soprattutto a una nuova infrastrutturazione del nostro territorio, per potenziare e migliorare il diritto alla mobilità che nel Mezzogiorno spesso è limitato, addirittura talvolta negato. Per questo, dobbiamo mostrarci credibili nella realizzazione di quanto già previsto e che i cittadini, specialmente al Sud, attendono da troppo tempo”.

(segue)

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su