Header Top
Logo
Mercoledì 21 Ottobre 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Da Milano una capsule collection per aiutare la Casa di Anita

colonna Sinistra
Lunedì 14 settembre 2020 - 09:02

Da Milano una capsule collection per aiutare la Casa di Anita

Iniziativa di Shine di Roberta Vincenzi a sostegno di Amani
Da Milano una capsule collection per aiutare la Casa di Anita

Milano, 14 set. (askanews) – Una capsule collection interamente dedicata alle bambine della “Casa di Anita”, casa di accoglienza per ex bambine e ragazze di strada a Nairobi, in Kenya. E’ l’iniziativa presa dalla piccola boutique Shine di Roberta Vincenzi, nel cuore di Chinatown a Milano, con l’obiettivo di contribuire con un gesto concreto al lavoro di Amani, Onlus attiva dal 1995 per affermare il diritto di bambini, bambine e giovani che vivono per le strade di Nairobi (Kenya) e Lusaka (Zambia) ad avere un’identità, una casa protetta, cibo, istruzione, salute e l’affetto degli adulti. La collezione – i cui proventi saranno interemente destinati alla Casa di Anita – reinterpreta con sguardo europeo tessuti tradizionali dell’Africa sub-sahariana: abiti – anche invernali – camicie da uomo, gonne, pantaloni e accessori. Una linea contemporanea e solidale, personalizzabile con interventi di sartoria dedicati – che può essere ammirata e acquista presso Shine Milano, in via Luigi Canonica 74.

La Casa di Anita – coordinata da Koinonia, Ong locale con cui Amani condivide la responsabilità di ogni iniziativa – è l’unico luogo residenziale dedicato alle bambine. Si trova in Kenya, poco distante da Nairobi, ai piedi delle colline di Ngong, un piccolo paradiso immerso nel verde. Le bambine, provenienti da famiglie vulnerabili, dalla vita di strada, o in fuga da matrimoni precoci, frequentano la scuola a tempo pieno e collaborano nella gestione della serra e della fattoria. L’idea di questa collezione in serie limitata nasce a Milano durante il lockdown da due amiche di Amani: Manuela Florio, giornalista, e Roberta Vincenzi, stilista milanese, come risposta vitale, costruttiva e solidale alle paure indotte dalla pandemia. È un’iniziativa straordinaria per sostenere la Casa di Anita in questa fase particolarmente delicata, a causa della pandemia. La scelta di Roberta Vincenzi di dedicare questa sua creazione alle bimbe della Casa di Anita non è casuale: è proprio lì che nel 2010 ha contribuito ad avviare GtoG, Get Together Girls, un progetto di sartoria di Grazia Orsolato dedicato alle bambine della casa. Questo legame emotivo non si è affievolito nel corso degli anni e ancora oggi Roberta dichiara che prendere parte a quel progetto è stata: “una delle cose più belle della mia vita”.

Oggi, in Kenya le misure di contenimento del coronavirus hanno avuto conseguenze incalcolabili sulla popolazione che nella maggior parte dei casi vive di lavori occasionali: la perdita del lavoro ha portato la maggioranza alla povertà e alla fame. Le scuole primarie e secondarie, chiuse da marzo, riapriranno a gennaio 2021, il che significa la perdita dell’intero anno scolastico. La mancanza delle strutture scolastiche ha esposto i bambini a difficoltà di ogni genere. Ed è facile, purtroppo, prevedere che molti di loro non riusciranno più a tornare tra i banchi di scuola. In uno scenario come questo, la presenza di organizzazioni come Amani rappresenta per molti una vera e propria àncora di salvezza e di sopravvivenza.

“A volte, dopo aver dato un’occhiata al giornale del mattino, ci si potrebbe scoraggiare – ha scritto padre Renato Kizito Sesana, fondatore della comunità di Koinonia, dal 1977 missionario in Africa, in una testimonianza sul suo lavoro pubblicata a fine giugno – Poi alzo gli occhi dalle notizie del giornale, mi guardo intorno, e mi ritrovo con tante persone come me, che a volte fanno fatica a superare il male, però cercano di vivere la loro giornata con rispetto verso gli altri, amore per la famiglia e gli amici, gioia per il tempo condiviso. Persone che ogni giorno si rinnovano e crescono nel bene che hanno seminato ieri. Che nonostante tutto guardano agli altri con un sorriso che viene dal cuore”. Ed è a questo sorriso che ha risposto Roberta, insieme a tutti coloro che indosseranno gli abiti pieni di colori della sua linea Shine for Amani Limited Edition.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su