Header Top
Logo
Martedì 27 Ottobre 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Acquazzoni a Cagliari con strade chiuse e asfalto sollevato

colonna Sinistra
Giovedì 10 settembre 2020 - 16:24

Acquazzoni a Cagliari con strade chiuse e asfalto sollevato

Disagi in tutta la Sardegna, allertata dalla Protezione Civile

Cagliari, 10 set. (askanews) – Un violento nubifragio accompagnato da forti raffiche di vento si è abbattuto da ieri notte sino a queste ore su gran parte della Sardegna. Il Comune di Cagliari ha deciso di chiudere parchi e cimiteri cittadini.

Anticipato dall’allerta rossa diramata ieri dalla Protezione Civicle, il maltempo ha colpito la zona centro e sud occidentale dell’Isola, spingendosi fino al Campidano di Cagliari. Gli esperti del meteo avevano annunciato cadute di pioggia particolarmente elevate, almeno 50 millimetri in poche ore. E purtroppo la stima era stata fatta per difetto.

In più centri strade e scantinati si sono allagati, il traffico è andato in tilt e il rio Sangirolamo nei pressi di Capoterra a 18 km dal capoluogo, è tracimato in più punti. Un bilancio provvisorio dopo ore di pioggia battente e forti raffiche di vento.

Proprio vicino a Capoterra, comune colpito in passato da alluvioni con vittime e danni ingenti all’intero territorio, questa mattina è tracimato in tre punti il Rio San Girolamo, responsabile delle vecchie inondazioni, allagando le strade e lasciando pericolosi detriti sulle carreggiate.

Molti disagi a Cagliari città. Il viale Diaz, che collega il centro al litorale del Poetto, è stato attualmente chiuso al traffico in entrambe le direzioni perché completamente allagato. Idem via dei Valenzani, all’altezza dell’Asse mediano. Super lavoro per gli agenti della polizia municipale e i vigili del fuoco.

Acqua alta anche nella centralissima via Dante che è rimasta comunque seppur con molta difficoltà percorribile, mentre in via Cocco Ortu,a due passi dal mercato di San Benedetto, si è addirittura sollevato l’asfalto in alcuni punti. Se a Cagliari verso le 16 la situazione ha cominciato a normalizzarsi, a sud ovest, nel Sulcis Iglesiente il pericolo non è ancora svanito.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su