Header Top
Logo
Domenica 5 Luglio 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Puglia: rsa e centri diurni, ok a delibera su accreditamenti

colonna Sinistra
Martedì 30 giugno 2020 - 18:39

Puglia: rsa e centri diurni, ok a delibera su accreditamenti

La decisione della giunta regionale

Roma, 30 giu. (askanews) – La Giunta regionale pugliese ha approvato oggi la delibera su accreditamenti con le ASL e dei nuovi posti nelle RSA e nei centri diurni regionali, dopo una serie di incontri con le associazioni di categoria datoriali rappresentative delle RSA e dei Centri diurni sociosanitari. La delibera attua i percorsi descritti nei regolamenti regionali 4/2019 e 5/2019, relativi all’assistenza ai soggetti non autosufficienti e disabili.

Il risultato permetterà già dal 1° luglio la presa in carico graduale dei pazienti a valere sui predetti posti, partendo da una percentuale del 30% di presa in carico rispetto ai posti assegnati, per poi giungere ad un 60% già dal 1° settembre, per poi arrivare al 100% con l’accreditamento definitivo, a valere sul bilancio 2021.

Con il provvedimento la platea delle strutture sociosanitarie si arricchisce di ulteriori posti a carico del Sistema Sanitario Regionale; ciò determina un potenziamento ed una migliore performance dei Livelli Essenziali di Assistenza.

L’altro tema affrontato negli incontri dei giorni scorsi è stato quello della effettiva ripresa dei ricoveri, superando la cd. fase 1 e le limitazioni imposte dalle normative nazionali in tema di covid-19.

Le strutture adotteranno un piano strategico, pronto ad essere attivato in 24 h., individuando alcune camere singole, dotate di servizio igienico, ove collocare i pazienti eventualmente sospetti, così da poterli isolare dal resto della comunità.

“La Regione continua così a rispondere alle esigenze del tessuto assistenziale pugliese – ha aggiunto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano – e ringrazio le associazioni datoriali per l’impegno profuso nel risolvere le vertenze insieme ai dirigenti del dipartimento Salute”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su