Header Top
Logo
Domenica 7 Giugno 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Valle d’Aosta stabilisce fabbisogno di professioni sanitarie

colonna Sinistra
Giovedì 30 aprile 2020 - 11:36

Valle d’Aosta stabilisce fabbisogno di professioni sanitarie

Da avviare in formazione per l'anno accademico 2020/2021

Roma, 30 apr. (askanews) – L’Assessore alla Sanità, Salute e Politiche sociali della regione Valle d’Aosta, Mauro Baccega, comunica che la Giunta regionale, nella seduta di oggi, giovedì 30 aprile 2020, ha approvato il fabbisogno delle professioni sanitarie da avviare in formazione per l’anno accademico 2020/2021, nonché i posti, nell’ambito di tale fabbisogno, da istituire nei corsi di laurea triennali delle professioni sanitarie dell’Università degli Studi di Torino nel medesimo anno accademico.

Con riferimento al Sistema Sanitario Regionale, il fabbisogno di professionisti sanitari da avviare in formazione per l’anno accademico 2020/2021 – dichiara l’Assessore Mauro Baccega – consiste in 25 infermieri, 2 ostetriche, 2 fisioterapisti, 2 logopedisti, 2 educatori professionali, 2 tecnici sanitari di laboratorio biomedico e 2 tecnici sanitari di radiologia medica.

Nell’ambito di tale fabbisogno – prosegue l’Assessore Mauro Baccega – sentita l’Azienda USL della Valle d’Aosta e le rappresentanze professionali, ai sensi della legge regionale 11/2017, sono stati individuati, presso l’Università degli Studi di Torino, per l’anno accademico 2020/2021: n. 25 posti nel corso di laurea triennale in infermieristica di Aosta; i seguenti posti aggiuntivi riservati nei corsi di laurea triennali delle professioni sanitarie, a favore di studenti residenti nel territorio regionale, che superino il concorso di ammissione ai medesimi corsi: n. 1 posto aggiuntivo riservato nel corso di laurea triennale in educazione professionale; n. 1 posto aggiuntivo riservato nel corso di laurea triennale in fisioterapia; n. 1 posto aggiuntivo riservato nel corso di laurea triennale in tecniche di laboratorio biomedico.

L’effettiva istituzione di questi posti aggiuntivi riservati – conclude l’Assessore Mauro Baccega – è subordinata al completamento dell’iter di programmazione da parte del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca relativo alla definizione del numero degli accessi ai corsi di laurea per le professioni sanitarie per l’anno accademico 2020/2021, nonché al loro recepimento nel bando dell’Università degli Studi di Torino relativo all’ammissione ai corsi di laurea delle professioni sanitarie per il medesimo anno accademico.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su