Header Top
Logo
Domenica 25 Ottobre 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ancora una settimana per candidarsi al premio “Alessandro Narducci”

colonna Sinistra
Giovedì 27 febbraio 2020 - 09:16

Ancora una settimana per candidarsi al premio “Alessandro Narducci”

Concorso aperto agli studenti dell'ultimo anno dell'alberghiero
Ancora una settimana per candidarsi al premio “Alessandro Narducci”

Roma, 27 feb. (askanews) – Scade il 4 marzo il termine per presentare le candidature per la prima edizione del Premio Nazionale “Alessandro Narducci”, un premio in ricordo del giovanissimo chef stellato, morto in un incidente stradale il 22 giugno del 2018, insieme alla sua collaboratrice Giulia Puleio. I vincitori verranno selezionati tra gli studenti degli ultimi anni degli istituti alberghieri di tutta Italia e premiati a maggio con una borsa di studio per ogni categoria, Enogastronomia, Pasticceria, Servizi di Sala e Vendita e Accoglienza Turistica.

Il premio è stato promosso dalla dirigente dell’istituto “IPSEOA Tor Carbone”, Cristina Tonelli, ideato e curato dal comune impegno del professor Varone e dei genitori del giovane chef romano Maurizio Narducci e Alessandra Gerace.

Il Concorso Nazionale è rivolto a tutti gli studenti degli Istituti Alberghieri iscritti all’ultimo anno. Il duplice obiettivo del concorso è quello di mettere in luce il talento dei più giovani con la dignità della professione. Verrà premiato il miglior piatto che riuscirà a coniugare gusto e creatività a partire da una sollecitazione: il riso, declinabile nei suoi molteplici usi e significati, con le sue proprietà e i suoi valori nutrizionali e culturali.

Ambìti e prestigiosi i premi in palio, offerti da Aziende ed Enti leader nel settore, presentati durante la manifestazione. Per il settore Enogastronomia, il primo classificato, vincerà un Master di alta cucina professionale, a Roma presso la “Chef Master School” dello Chef e scrittore Sandro Masci. Per il settore Pasticceria, Maria Teresa Marini e Fiorella D’Agnano titolari di “A tavola con lo Chef”, hanno offerto per i vincitori un Corso di alta pasticceria professionale presso la loro scuola di 550 ore, pari a sei mesi. Per il settore Sala e Vendita, è in palio una borsa di studio per un corso ed uno stage presso “Botaniko” il primo Spices Bar della Capitale, dai titolari Giuffrida e Schiavulli. Per il Settore Accoglienza Turistica il Premio Nazionale Narducci è collegato al “Premio Pandolfo Roscioli”, promosso dall’Associazione Internazionale dei Cavalieri del Turismo, con la collaborazione del MIUR.

Il concorso si prefigge di diventare un appuntamento a cadenza annuale in memoria dello chef Alessandro Narducci, allievo di Heinz Beck e poi chef del ristorante Acquolina, dove aveva conquistato la stella Michelin. La Giuria è presieduta dalla professoressa Tonelli (Dirigente dell’Istituto “Tor Carbone”) e dal docente referente del progetto, il professore Luciano Spartaco Di Carlo e sarà composta dai coniugi Alessandra Gerace e Maurizio Narducci, nonché da chef di fama nazionale e internazionale, sommellier professionisti, giornalisti enogastronomi, rappresentanti dell’Assocamera e da esperti del settore.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su