Header Top
Logo
Giovedì 9 Aprile 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • In centinaia in piazza a Torino per dire no ad antisemitismo

colonna Sinistra
Lunedì 17 febbraio 2020 - 19:43

In centinaia in piazza a Torino per dire no ad antisemitismo

Davanti al Comune

Torino, 17 feb. (askanews) – In piazza per dire no ad antisemitismo ed odio razziale. Succede a Torino, dove questo pomeriggio si sono radunate davanti al Comune centinaia di persone che hanno raccolto l’invito alla mobilitazione della sindaca Chiara Appendino.

“Il fascismo è un crimine. Torino è antifascista” è lo striscione che campeggia sotto il palco. Tanti i cittadini che hanno aderito all’appello del Comune. In piazza tra gli altri Vladimir Luxuria, l’ex presidente della Regione, Sergio Chiamparino, Dario Disegni, presidente della Comunità ebraica torinese, Andrea Giorgis (Pd), Osvaldo Napoli (Forza Italia), il rettore dell’Università di Torino, Stefano Geuna e anche Maria Bigliani e Marcello Segre, le cui abitazioni sono state imbrattate di scritte antisemite a Torino. “Davanti a casa mia hanno scritto ‘crepa sporca ebrea’. Ho pensato tanto se denunciare o meno, poi ho pensato che la mia mamma che era ebrea e staffetta partigiana avrebbe voluto che lo facessi. Ricordatevi di studiare la storia”, ha raccontato la signora Bigliani.

“La risposta all’antisemitismo è la vigilanza e la mobilitazione della società. Ha fatto bene il Comune a organizzare questo presidio per dire no a ogni forma di razzismo e di intolleranza “, ha detto Disegni, secondo cui una certa politica “ha favorito questo clima”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su