Header Top
Logo
Domenica 25 Ottobre 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Abruzzo, un premio a chi sa raccontare i vini della regione

colonna Sinistra
Lunedì 17 febbraio 2020 - 15:10

Abruzzo, un premio a chi sa raccontare i vini della regione

Dal Consorzio di tutela il premio "Words of Wine-Parole di Vino"
Abruzzo, un premio a chi sa raccontare i vini della regione

Roma, 17 feb. (askanews) – Narrare significa dare forma a una storia. Il vino contiene tante storie: di famiglia, territori, geografie, scelte. Per questo il Consorzio di Tutela Vini d’Abruzzo ha dato vita al premio giornalistico internazionale “Words of Wine-Parole di vino”. Il riconoscimento, quest’anno alla sesta edizione, vuole valorizzare proprio questa capacità di narrare di tanti giornalisti che hanno trovato nelle storie dei vini, delle persone e delle realtà abruzzesi l’occasione per parlare di questa incredibile terra.

L’Abruzzo è la patria del grande Montepulciano d’Abruzzo che nel 2018 ha festeggiato cinquant’anni, ma è anche la culla di altre quattro Doc e di ben sette Igt oltre che essere la terra di un raffinato vino bianco, il Trebbiano d’Abruzzo – e di eccellenze come il Pecorino e la Passerina – e di un elegantissimo rosato, il Cerasuolo.

“L’Abruzzo del vino ha la grande fortuna d’essere amato e visitato da molti giornalisti che da tutti i continenti arrivano con la voglia di capire e raccontare una terra dalle mille sfaccettature”, spiega Valentino Di Campli, presidente del Consorzio. “Il premio vuole esaltare le storie e i racconti che rendono omaggio alla nostra regione e alle sue produzioni. Chiunque scriva di vini abruzzesi altro non fa che aiutarci nel preziosissimo compito del diffondere la cultura enologica. Siamo una zona dalle straordinarie potenzialità, ma non ancora abbastanza conosciuta. Eppure siamo la quinta regione del vino per quantità e la terza per crescita delle esportazioni”.

Saranno premiati quei giornalisti dei media online e offline e della televisione selezionati da una giuria tecnica specializzata fra una rosa di candidati ritenuti meritevoli. La competizione è aperta a tutti gli autori di servizi giornalistici pubblicati o mandati in onda in uno dei Paesi dell’Unione Europea che abbiano raccontato di territori, personaggi, arte e natura abruzzesi. Il concorso prevede quattro sezioni: stampa, TV, radio e web e fotografia. La cerimonia di premiazione si terrà il 28 maggio a Pescara.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su