Header Top
Logo
Domenica 23 Febbraio 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sanità Lazio, Cimo: Commissariamento 3 ospedali Roma fumo negli occhi

colonna Sinistra
Mercoledì 12 febbraio 2020 - 19:30

Sanità Lazio, Cimo: Commissariamento 3 ospedali Roma fumo negli occhi

Funzionale a imminente apertura Pronto Soccorso ospedaliero privato?

Roma, 12 feb. (askanews) – “Qualcuno dovrà spiegare che senso abbia un’operazione contabile di 13,7 milioni di euro nel 2020 più altri 13,6 milioni nel 2021 (per un totale di 23,3 milioni) ai fini di incidere in concreto su un deficit stimato di 276 milioni complessivi riferiti ai 3 Ospedali di cui sopra. Per conseguire il risparmio di questi 27 milioni su 276 milioni la Regione Lazio impone, alle Amministrazioni dei tre nosocomi: San Camillo, Policlinico Umberto I e San Giovanni Addolorata una rendicontazione burocratico amministrativa trimestrale dei costi delle rispettive Aziende Sanitarie”. E’ la denuncia di Giuseppe Lavra, Segretario Regionale CIMO Lazio.

“Tale ingiunzione di compito- osserva – assorbirà completamente queste Amministrazioni le quali saranno impedite, per gli effetti di questa ingiunzione, ad affrontare e gestire l’indispensabile riassetto organizzativo dei rispettivi Ospedali, utile ad eliminare le gravissime criticità a tutti note. In questo modo la sola buona volontà degli Operatori Sanitari non sarà certo sufficiente a ridurre o evitare i gravi disservizi quotidiani che gravano sugli ospedali, nonostante i loro prodigarsi. Poiché a pensar male in questo Paese ci si indovina, è possibile che questo fumo negli occhi possa essere funzionale alla imminente apertura di un grande Pronto Soccorso Ospedaliero della capitale che fa parte del settore privato della Sanità laziale”, conclude.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su