Header Top
Logo
Venerdì 10 Aprile 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Deliri onnipotenza, allergie, problemi cuore: non sempre amare fa bene

colonna Sinistra
Martedì 4 febbraio 2020 - 17:45

Deliri onnipotenza, allergie, problemi cuore: non sempre amare fa bene

Gli effetti collaterali dell'innamoramento secondo gli specialisti
Deliri onnipotenza, allergie, problemi cuore: non sempre amare fa bene

Roma, 4 feb. (askanews) – Non solo farfalle nello stomaco, occhi a cuore e sorriso perenne sulle labbra… l’amore ha grande influenza positiva sul nostro corpo ma chi si appresta a festeggiarlo nel giorno di San Valentino deve sapere che l’innamoramento nasconde anche delle insidie per la salute. In occasione della festa degli innamorati per eccellenza, Dottori.it (www.dottori.it), sito e app per la prenotazione di visite specialistiche, ha chiesto a quattro professionisti quali sono gli effetti – positivi e negativi – dell’amore sulla mente, sul cuore, sulla linea e sul sistema immunitario. Ecco cosa si è scoperto. Psicologia: le sostanze chimiche prodotte da un corpo innamorato influenzano i comportamenti. “Distinguere ciò che accade al corpo da ciò che accade alla mente non sarebbe corretto – spiega Marianna Soddu, psicologa e psicoterapeuta – quando ci si innamora il fisico subisce delle vere e proprie trasformazioni e affrontarle comporta delle ricadute a livello psicologico. Nella fase iniziale dell’innamoramento tutti sono colpiti da una sorta di delirio di onnipotenza: neurotrasmettitori e ormoni alterati provocano uno stato di incanto, in cui gioia, energia e desiderio aumentano la creatività e riducono il sonno. La dipendenza degli innamorati dall’altro soggetto innesca dei meccanismi psicologici e biochimici molto simili a quelli dei tossicodipendenti. Ma c’è un notevole rovescio della medaglia: l’amore stimola la memoria, influenza il modo in cui si percepisce il mondo e dona la sensazione di poter far diventare tutto realtà. Infine, l’amore migliora l’autostima perché sentirsene degni dona maggiore sicurezza di sé sia nel momento della seduzione sia all’interno della vita di coppia. Quanto al cuore, trae benefici dall’amore, ma solo se si è fedeli. “Come qualsiasi attività fisica, il sesso aiuta a rinforzare il miocardio e il sistema immunitario – ricorda la cardiologa Stefania Lanotte – il rilascio di endorfine, ossitocina e serotonina esercita una funzione protettiva su tutto il sistema cardiocircolatorio. A patto però di essere fedeli o, al massimo, traditori occasionali. Le relazioni clandestine di lunga durata o troppo frequenti infatti provocano stress e tensioni, deleteri per la salute del cuore. Durante un rapporto sessuale, il cuore aumenta la sua ampiezza, il numero di battiti e, di conseguenza, intensifica la pressione arteriosa. Per questo ai soggetti ipertesi o che hanno sofferto di crisi cardiache vengono richieste precauzioni e una ripresa graduale dell’attività sessuale. Ma il legame tra rapporti sessuali e improvvisa morte cardiaca va lasciato al mondo del cinema: nella realtà la correlazione fra le due cose è decisamente rara”, precisa. (segue)

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su