Header Top
Logo
Domenica 26 Gennaio 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • De Magistris: garante detenuti? strumentalizzata nomina Ioia

colonna Sinistra
Sabato 14 dicembre 2019 - 16:42

De Magistris: garante detenuti? strumentalizzata nomina Ioia

Visita Salvini a Poggioreale? non sembra cosa proprio normale
De Magistris: garante detenuti? strumentalizzata nomina Ioia

Napoli, 14 dic. (askanews) – Per il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, sulla nomina da parte del comune di Napoli di Pietro Ioia, ex detenuto, come garante dei detenuti “c’è stata anche un po’ troppa strumentalizzazione politica” e che la decisione, invece, dovrebbe essere vista come “un messaggio che chi ha sbagliato può diventare testimone di giustizia”.

“Non capisco perché viene data una lettura di contrapposizione a questa nomina che invece va proprio nella direzione della composizione di quelli che sono anche stati dei conflitti sociali. – continua il primo cittadino che poi commenta anche la visita di venerdì da parte del leader della Lega, Matteo Salvini nel carcere di Poggioreale, a Napoli, per protestare contro la nomina di Ioia – Non mi è mai capitato di vedere che un leader politico, ex ministro dell’Interno vada a fare un comizio in un carcere. Chissà cosa ne pensa il ministro della Giustizia di tutto questo perché non mi sembra una cosa proprio normale. Bisogna capire chi ha consentito questo, chi ha cavalcato e chi pensa di utilizzare delle funzioni per attaccare il sindaco di Napoli”.

Infine si sofferma sulla richiesta al ministro Bonafede da parte dei sindacati della polizia penitenziaria di impugnare l’atto da lui firmato: “Facessero quello che vogliono, non capisco tutta questa preoccupazione, io sto dalla parte della polizia penitenziaria, dalla parte di Pietro Ioia, dalla parte della giustizia e dalla parte di quelli che hanno sbagliato e vogliono non sbagliare più. Vedo troppa strumentalizzazione politica, si dovrebbero abbassare un po’ i toni altrimenti comincio a pensar e che qualcuno ha paura del garante dei detenuti”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su