Header Top
Logo
Giovedì 13 Agosto 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Pizzimenti (Fvg): fondi per adeguare taxi-Ncc a trasporto disabili

colonna Sinistra
Giovedì 5 dicembre 2019 - 17:40

Pizzimenti (Fvg): fondi per adeguare taxi-Ncc a trasporto disabili

Contributi fino a 15mila euro per vettura
Pizzimenti (Fvg): fondi per adeguare taxi-Ncc a trasporto disabili

Roma, 5 dic. (askanews) – Ammontano a un massimo di 15mila euro i contributi che la Regione riconoscerà ai titolari sia delle licenze per i taxi quanto a quelli che svolgono l’attività di noleggio con conducente (Ncc), fondi con i quali allestire e adeguare i veicoli al fine di garantire l’accesso e il trasporto dei disabili. Lo ha stabilito oggi la Giunta regionale approvando, su proposta dell’assessore al Territorio, Graziano Pizzimenti, una apposita delibera con la quale è stato dato il via libera a un regolamento riguardante la concessione di contributi a questo specifico settore.

“In particolare – spiega l’esponente dell’Esecutivo Fedriga – le risorse potranno essere utilizzate per compiere modifiche strutturali della carrozzeria o la sistemazione interna del veicolo da acquistare entro 1 anno dal decreto di concessione del finanziamento, interventi che consentano al disabile di accedere alla vettura e quindi di essere trasportato. A ciò si aggiunge anche la possibilità di apportare adeguamenti interni e della carrozzeria di un veicolo già in uso. Non è considerato, invece, un adattamento l’installazione di semplici accessori con funzione di optional o l’applicazione di dispositivi già previsti in sede di omologazione del veicolo, montabili in alternativa e su semplice richiesta dell’acquirente”.

La misura del contributo è pari al costo, al netto dell’Iva, dell’intervento di allestimento o adeguamento, fino ad un massimo di 15mila euro. L’importo complessivo del plafond messo a disposizione dalla Regione è suddiviso in proporzione al numero di licenze e autorizzazioni rilasciate sul territorio di riferimento, corrispondente a quello delle ex province di Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine.

Le domande dovranno essere inviate alla direzione centrale competente in materia di trasporto entro il 15 marzo 2020.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su