Header Top
Logo
Sabato 19 Ottobre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Toscana, produzione Abb e Fimer resta in Valdarno

colonna Sinistra
Venerdì 26 luglio 2019 - 15:52

Toscana, produzione Abb e Fimer resta in Valdarno

Vertici delle due società, convocati oggi in Regione
Toscana, produzione Abb e Fimer resta in Valdarno

Roma, 26 lug. (askanews) – L’attività produttiva delle aziende ABB e Fimer resterà in valdarno. A smentire categoricamente ogni ipotesi di trasferimento fuori regione delle attività del sito di Terranuova Bracciolini sono stati i vertici delle due società, convocati oggi in Regione dal consigliere del presidente per il lavoro Gianfranco Simoncini. All’incontro hanno partecipato i rappresentanti di ABB e di Fimer, la società che sta subentrando dopo la cessione del settore che produce inverter per il Solare,  il sindaco di Terranuova Bracciolini Sergio Chienni, il vice sindaco Mauro Di Ponte e il consigliere regionale Simone Tartaro..

Ai rappresentanti di entrambe le aziende Simoncini ha chiesto di fare il punto sull’iter della cessione del settore degli “inverter” per il Solare alla società Fimer e rassicurazioni sulla tenuta occupazionale, sia per gli addetti diretti che per l’indotto, nonchè per quanto riguarda il radicamento delle attività in Valdarno.

I rappresentanti delle società hanno informato sulla procedura di cessione, che è in corso di definizione e si prevede possa concludersi entro il prossimo marzo. Oltre a dare piena garanzia per quanto riguarda l’occupazione, ABB ha anche informato di star lavorando per
realizzare un nuovo stabilimento, sempre in Valdarno per la produzione di colonnine di ricarica per autovetture, che nell’accordo di cessione rimarrebbero ad Abb.

E’ stato inoltre sottolineato che con questa operazione Fimer diventerà il quarto player mondiale nel campo degli inverter per
il solare e che entrambe le società puntano ad un ulteriore sviluppo di produzione ed occupazione.

Le due aziende, a fronte di una precisa richiesta in questo senso, illustreranno tutte le fasi dell’operazione e i contenuti
del futuro piano industriale alle parti sociali e hanno dato la loro disponibilità per un un incontro in Regione, al quale
parteciperanno anche le organizzazioni sindacali e che è stato già fissato per il 13 settembre.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su