Header Top
Logo
Martedì 23 Luglio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Protezione Civile, a Varese il centro Rischi Naturali

colonna Sinistra
Venerdì 12 luglio 2019 - 19:31

Protezione Civile, a Varese il centro Rischi Naturali

Intitolato a Zamberletti e Furia

Roma, 12 lug. (askanews) – Una palazzina per le emergenze e un centro studi per la prevenzione dei rischi naturali e climatici. Il tutto nel nome dell’onorevole Giuseppe Zamberletti, padre della Protezione civile, e del professor Salvatore Furia, ideatore dell’osservatorio astronomico del Campo dei Fiori. È a queste due importanti figure del nostro Paese che il Comune di Varese ha deciso di dedicare la Dacia di villa Baragiola, la struttura sita in uno dei parchi più belli della città, che da oggi diventa una base operativa della Protezione civile nazionale oltre che sede del famoso Centro geofisico prealpino, che da anni fornisce le previsioni meteorologiche a tutta la Lombardia. Alla cerimonia ufficiale hanno partecipato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri Giancarlo Giorgetti, il capo dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli e il sindaco di Varese Davide Galimberti. Centinaia anche i cittadini, oltre alle diverse autorità civili e militari, che hanno voluto essere presenti a questo importante momento per la città.

“Oggi realizziamo il sogno dell’onorevole Zamberletti – afferma il sindaco Davide Galimberti – più volte infatti, prima della sua scomparsa, avevamo parlato dell’opportunità di realizzare un centro documentale e per le emergenze proprio in questi spazi. Unirlo poi al centro geofisico, e farlo in memoria di un’altra importantissima figura come Salvatore Furia, concretizza ancora di più il pensiero di Zamberletti. Varese dunque rende il giusto omaggio a due grandi varesini e si accredita ancor più a livello nazionale, grazie a un progetto all’avanguardia che porterà la nostra città in prima linea nella gestione delle emergenze”.

Dopo il taglio del nastro, che ha ufficialmente inaugurato la struttura, è stato inoltre firmato un protocollo d’intesa tra il Comune di Varese e la Protezione civile nazionale. Il documento ha dato il via così a un ampio progetto che da oggi trasforma la Dacia di Varese in una “palazzina delle emergenze”, dove trovano posto il Centro geofisico prealpino e, appunto, un centro studi della Protezione civile con regia a livello nazionale. Il Comune, infatti, mette a disposizione del Dipartimento la Dacia di Villa Baragiola, concedendola a titolo gratuito per 6 anni, con la possibilità di rinnovare l’accordo anche in seguito.

(Segue)

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su