Header Top
Logo
Mercoledì 21 Agosto 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Lombardia, progetto per semplificare scambio informazioni sanità

colonna Sinistra
Venerdì 12 luglio 2019 - 15:55

Lombardia, progetto per semplificare scambio informazioni sanità

Progetto IRISS con sostegno del Fondo europeo Cefriel

Milano, 12 lug. (askanews) – I protagonisti pubblici e privati della filiera sanitaria in Lombardia possono condividere più facilmente informazioni di interesse e offrire servizi innovativi al cittadino grazie al Progetto IRISS (Integrazione innovativa: Rete Informativa Socio-Sanitaria). Il progetto, realizzato con il sostegno del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale di Regione Lombardia con un finanziamento complessivo di 640.000 Euro, ha visto protagonisti Cefriel, DSP e Biomeris, che hanno collaborato con l’ATS Val Padana a una sperimentazione nell’ambito della Presa in carico del paziente cronico e fragile – tema particolarmente sentito considerato che in Lombardia ci sono quasi 3,5 milioni di persone affette da patologie croniche che impegnano il sistema sanitario, socio-sanitario e sociale con differenti bisogni di cura e assistenza.

Uno degli ambiti di intervento è stato l’introduzione nel mondo del welfare dell’Ecosistema Digitale E015 di Regione Lombardia, già utilizzato con successo in diversi settori come infomobilità, turismo e sicurezza.

Oltre a supportare Regione Lombardia e gli altri attori della filiera nel dare accesso a proprie banche dati per favorire la costruzione di nuovi servizi, Cefriel ha elaborato una proposta di ecosistema “verticale” che – valorizzando l’esistente Ecosistema Digitale E015 – guida e promuove verticalmente la partecipazione nell’ambito sociosanitario. In tal modo si è dimostrato che un ampio e regolamentato sistema di collaborazione e scambio di flussi di informazioni sempre aggiornate può essere un primo passo per migliorare la qualità dei servizi offerti al paziente, valorizzando nel contempo i servizi sanitari, socio-sanitari e sociali erogati sul territorio.

La rete di stakeholder che potrebbe beneficiare di questo approccio è molto ampia: basti pensare alle 27 Aziende Socio Sanitarie Territoriali (ASST), ai 4 IRCCS, all’Azienda Regionale per l’Emergenza e Urgenza (AREU) e alle 8 Agenzie di Tutela della Salute (ATS), le 3.089 farmacie, le 1.062 strutture sanitarie accreditate in Lombardia.

“Attraverso il progetto di ricerca IRISS, Cefriel ha ideato un nuovo concetto di ecosistema digitale verticale che si basa sull’esperienza dell’Ecosistema Digitale E015 di Regione Lombardia che raccoglie flussi informativi da integrare e rielaborare per rispondere a esigenze specifiche – ha commentato Alberto Castelli di Cefriel -. In questo modo è più facile ‘fare sistema’ tra attori diversi non solo a livello regionale ma anche nazionale”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su