Header Top
Logo
Lunedì 22 Luglio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Il salone dell’Auto passa a Milano, l’opposizione all’attacco di Appendino

colonna Sinistra
Venerdì 12 luglio 2019 - 12:18

Il salone dell’Auto passa a Milano, l’opposizione all’attacco di Appendino

La sindaca M5s di Torino "furiosa"
Il salone dell’Auto passa a Milano, l’opposizione all’attacco di Appendino

Roma, 12 lug. (askanews) – “Sono furiosa per la decisione del comitato organizzatore del Salone dell’Auto di lasciare Torino dopo cinque edizioni di successo. Una scelta che danneggia la nostra città, a cui hanno anche contribuito alcune prese di posizione autolesioniste di alcuni consiglieri del Consiglio Comunale e dichiarazioni inqualificabili da parte del Vicesindaco. Senza sottrarmi alle mie responsabilità, mi riservo qualche giorno per le valutazioni politiche del caso”.

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a sua volta ha commentato: “Non c’è nessun atteggiamento ostile” da parte di Milano “nei confronti di Torino ma non possiamo che ascoltare” gli organizzatori del Salone dell’auto se intenderanno spostare la kermesse in Lombardia. “Ad oggi – ha spiegato il sindaco – non ho incontrato nessuno, vedremo la proposta che ci faranno perché sul tavolo non abbiamo nessuna carta. Se è una proposta di buon senso, dico perché no”.

Intanto le opposizioni chiedono le dimissioni della sindaca Appendino. La deputata dem Silvia Fregolent ha dichiarato: “Le dimissioni della sindaca Appendino, per ora solo minacciate, sarebbero il primo vero e proprio regalo alla città. Anche perché i tentativi di scaricare tutto sul suo vice sembrano patetici”. deputata dem Silvia Fregolent. “Si assuma le sue responsabilità e lasci. I torinesi – ha concluso la deputata Pd – non si fanno prendere in giro”.

Anche il deputato della presidenza del gruppo Pd alla Camera, Stefano Lepri, ha chiesto le dimissioni della sindaca di Torino: “Qualcuno diceva: vabbè la Raggi, ma Chiara Appendino è brava. Brava a che? Torino è in crollo verticale. Consiglieri grillini un’armata brancaleone. No Olimpiadi. No Tav. Ieri no salone dell’auto”. La sindaca deve dimettersi, ha aggiunto, “i torinesi (pure quelli che l’hanno votata) non ne possono più”.

Int9

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su